b_150_0_16777215_00_images_stories_bolsena_bolsena-santacristina.jpgDalla "Chiesa del Miracolo" di Santa Cristina a Bolsena partono e giungono gli itinerari religiosi di tutta la provincia di Viterbo, attraverso la valle del lago dove sorgono importanti chiese e luoghi di culto, fino alla Cattedrale di Orvieto.

 

b_0_150_16777215_00_images_stories_bolsena_orvieto.jpgDa e per Bolsena è possibile abbinare molti itinerari religiosi-artisitci-naturalistici della Tuscia Viterbese, fino  alla Cattedrale di Orvieto, splendida architettura trecentesca che conserva il prezioso Corporale macchiato dal sangue durante il miracolo eucaristico avvenuto a Bolsena nel 1263 (leggi la storia)

b_150_0_16777215_00_images_stories_viterbo_palazzo-papi.jpgGli itinerari possono partire anche da Viterbo, ottima posizione logistica e strategica, perché da sempre fu una tappa obbligata dei pellegrini diretti o provenienti da Roma e perché ospita importanti chiese medievali, oltre al Palazzo dei Papi che proprio nel medioevo fu sede papale.
Viterbo si trova sulla via Cassia, così come Bolsena, Montefiascone e Acquapendente.

Itinerairo 1
b_150_0_16777215_00_images_stories_viterbo_viterbo-san-sisto.jpgPartendo da Viterbo, si visita la Chiesa di San Sisto attigua a Porta Romana, una delle più importanti porte d'accesso della città. La Cattedrale di San Lorenzo, il Palazzo dei Papi,il quartiere Medievale di San Pellegrino, la Chiesa di Santa Maria Nuova e il Santuario di Santa Rosa
b_150_0_16777215_00_images_stories_bolsena_bolsena.jpgPartenza per Montefiascone dove si trova la pregevole Chiesa romanica di San Flaviano. Dopo la visita ci si dirige a Bolsena per visitare la Basilica di Santa Cristina, martire della città, le catacombe e la grotta della Santa dove sono conservate le pietre bagnate dal sangue del miracolo che, secondo la tradizione, sgorgò dall'ostia durante l'eucarestia.

Itinerairo 2
b_150_0_16777215_00_images_stories_viterbo_santuario-quercia-2.jpgPartendo dall Santuario della Madonna della Quercia a 2km da Viterbo progettato da Giuliano Sangallo, che conserva preziose opere come le Terrecotte di Andrea dalla Robbia, il grande Organo Barocco, il Soffitto a cassettoni intarsiato  disegnato da Antonio Sangallo il Giovane ed il tempietto marmoreo che custodisce la Quercia e la miracolosa immagine della Madonna col Bambino.
b_150_0_16777215_00_images_stories_bagnaia_bagnaia.jpgVisita di Villa Lante a Bagnaia voluta dal card. Giovanni Francesco Gambara su disegno del Vignola, splendido esempio di residenza cinquecentesca, arricchita dai meravigliosi Giardini all'Italiana con fontane e giochi d'acqua.
b_150_0_16777215_00_images_stories_bolsena_bolsena-santacristina.jpgPartenza per Montefiascone dove si trova la pregevole Chiesa romanica di San Flaviano. Dopo la visita ci si dirige a Bolsena per visitare la Basilica di Santa Cristina, martire della città, le catacombe e la grotta della Santa dove sono conservate le pietre bagnate dal sangue del miracolo che, secondo la tradizione, sgorgò dall'ostia durante l'eucarestia.

Itinerario 3
b_0_150_16777215_00_images_stories_caprarola_palazzo-farnese-penta.jpgPartendo da Caprarola: visita all’imponente Palazzo Farnese XVI sec considerata la più grande opera del tardo Rinascimento Italiano mai realizzata, a cui lavorarono i più insigni maestri italiani della metà del ’500.  Fu proprietà di Papa Paolo III Farnese e del nipote Cardinal Alessandro Farnese. Passeggiata nel parco secolare tra fontane, labirinti e giochi d'acqua.
b_150_0_16777215_00_images_stories_caprarola_chiesa-consolazione.jpgVisita alla cinquecentesca Chiesa della Madonna della Consolazione di Caprarola per un momento di preghiera. Edificata dalla famiglia Farnese  su un precedente convento francescano la storia racconta di prodigi legati all'immagine della Madonna col Bambino ora posta sull'altare.

b_150_0_16777215_00_images_stories_caprarola_chiesa_s-teresa.jpgVisita al Convento di Santa Teresa, la struttura, voluta dalla famiglia Farnese nei  primi anni del 1600 conserva anche due preziosi dipinti dell'arte italiana: una tela del Lanfranco e una di Guido Reni. Il convento è gestito dai Padri Carmelitani Scalzi
b_150_0_16777215_00_images_stories_laghi_bolsena.jpgPartenza per Montefiascone dove si trova la pregevole Chiesa romanica di San Flaviano. Dopo la visita ci si dirige a Bolsena per visitare la Basilica di Santa Cristina, martire della città, le catacombe e la grotta della Santa dove sono conservate le pietre bagnate dal sangue del miracolo che, secondo la tradizione, sgorgò dall'ostia durante l'eucarestia.

PROGRAMMI di Escursioni giornaliere e Tour di più giorni
tra la Provincia di Viterbo e l'Umbria

Bolsena e Orvieto
Itinerari Francescani e Mariani
Santuari
Santa Rosa da Viterbo, San Bonaventura da Bagnoregio e San Tommaso
Dove l'animo trova quiete
Come Pellegrini lungo la Via Francigena


Per informazioni

Tuscia For You
Info
: 0761 647941 - 0761 645404
assistenza gruppi h24 - Cell. 338-2042866
Guide Turistiche autorizzate per tutta la Provincia di Viterbo, sportello di informazioni turistiche, servizio accoglienza gruppi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

bannerhosteria